Glen Matlock al Catomes Tôt – Qualcosa che va oltre un locale tutto esaurito

Quando si è presentata la possibilità di portare a Reggio Emilia un artista che ha fatto la storia della musica internazionale non potevamo di certo rinunciarvi. A maggior ragione considerando che sotto sotto, il C.S. Catomes Tôt, un po’ punk lo è.

Ci è voluta qualche settimana di indecisione (e anche una coincidenza fortunata) prima di prenderci il rischio. Sì, un rischio. Perchè nonostante il nome garantisse una risposta importante da parte del pubblico non è mai semplice per locale come il nostro e per il suo ristretto gruppo di volontari prendersi carico di un impegno del genere.

Ma lo abbiamo portato a casa. Lavorando duro e facendolo insieme. E forse, per la prima volta da quando mi sono messo sulle spalle le “operations” del locale, sono pure riuscito a godermi la serata senza troppe ansie.

Se volete leggere la versione formale dei fatti quella che segue è la nota che riprende il comunicato stampa inviato ieri (con video e foto a corredo).

Tutto esaurito per Glen Matlock a Reggio Emilia

Grande risposta della città e non solo per l’arrivo a Reggio Emilia di Glen Matlock, bassista fondatore dei Sex Pistols, che sul palco di un affollatissimo C.S. Catomes Tôt ha presentato il suo nuovo EP “Sexy Beast”, riproponendo anche diversi brani storici della band inglese simbolo del punk.

Tante persone anche da fuori provincia hanno risposto con entusiasmo e curiosità all’unica data in Emilia Romagna di un tour che ha visto Glen Matlock esibirsi anche a Frosinone, Ancona e Milano.

Un live di 70 minuti in cui l’artista ha proposto brani dal suo nuovo EP, tra cui la cover di “John, I’m Only Dancing” di David Bowie, e pezzi storici quali “God Save the Queen” e “Pretty Vacant” dall’album culto “Never Mind the Bollocks, Here’s the Sex Pistols” uscito proprio 40 anni fa.

Tra Glen e Reggio Emilia è stato amore a prima vista: l’artista è rimasto affascinato dalla città e dal Parco Cervi, e ha espresso grande soddisfazione per la cena a base di erbazzone e cappelletti in brodo in uno dei locali del centro storico.

Siamo davvero orgogliosi di aver portato a Reggio Emilia un pezzo di storia della musica impreziosendo così una stagione che ci sta dando grandi soddisfazioni.

Un cartellone ricco di appuntamenti, reso possibile grazie alla collaborazione con Hortus srl e soprattutto con il rinnovato gruppo di volontari che da settembre sta facendo un grande lavoro di squadra per offrire una programmazione multidisciplinare – con eventi di musica classica, danza, teatro, fotografia, letteratura, tecnologia e per bambini – che sta avvicinando al centro sociale un numero sempre maggiore di persone. Il tutto senza tralasciare la storicità del circolo perchè vi garantiamo che allestire il palco per Glen Matlock mentre nel salone principale del locale si stava consumando la quotidiana briscola degli anziani è davvero divertente.

Al termine dell’esibizione, Matlock si è intrattenuto nel locale firmando autografi e scattando fotografie con i fan presenti.

Le foto della serata sono a cura di ArtMaker Web Tv, sito sul quale presto saranno disponibili alcuni video del concerto-evento.

Inserisci un commento:

Il tuo indirizzo email non sarà mostrato.